In estate, la spiaggia delle Due Sorelle  è raggiungibile via mare anche con apposite barche che partono  regolarmente dal porto di Numana.

Adiacente la spiaggia delle Due Sorelle, c’è un’altra spiaggia, caratterizzata dalla presenza di massi: lì un tempo c’era la grotta degli schiavi, chiusa da una frana agli inizi del secolo.

Molti testimoniano la bellezza di questa grotta a cui si poteva accedere con la barca direttamente dal mare.

Il nome deriverebbe dall’uso che ne avrebbe fatto tale Sabba, ammiraglio dei Saraceni, che infatti sembra la utilizzasse come deposito di smistamento degli schiavi che riusciva a raccogliere dopo le incursioni sulle due sponde dell’Adriatico in attesa dei riscatti per la loro liberazione o della vendita.