Nel XVI sec. la città cambia il proprio nome in Porto Giulio, in onore del papa Giulio II – di questo periodo è la costruzione della chiesetta della Banderuola, sul luogo della prima leggendaria “traslazione” della Santa Casa di Loreto.

Di notevole interesse artistico è la Pinacoteca Moroni. La corte del castello ospita oggi l’Arena dedicata a Beniamino Gigli, luogo di numerosi eventi e manifestazioni culturali.

Paesaggio e divertimento

Un bellissimo litorale costeggiato in gran parte da uno lungomare pedonabile caratterizza il centro di Porto Recanati; su di esso si affacciano le tipiche casette colorate dei pescatori, tutt’oggi presenti e attivi nel rispetto delle tradizioni.

Un’attività legata indissolubilmente alla cucina: famosissimo il brodetto di pesce di Porto Recanati. Il variopinto mercatino che si svolge il giovedì, aggiunge un’ulteriore nota di allegria e colore a questo borgo ricco di folklore, allietato ogni estate da numerose feste e manifestazioni.